Home

.

Aggiungere nuovo HD

 

COME AGGIUNGERE UN NUOVO HARD DISK (EIDE)

PREMESSA
Questa guida è rivolta soprattutto a chi mette le mani per la prima volta nel suo pc, per questo le varie procedure verranno spiegate in maniera molto semplice e con parole molto comuni.

PRIMA DI PARTIRE

Partiamo con un po' di teoria. In un pc, sfruttando la connessione EIDE possono essere collegate al massimo 4 periferiche (hard disk, masterizzatori, lettori ecc.)
In questo corso vedremo passo passo i materiali necessari per aggiungere un nuovo hard disk, le precauzioni da tenere presenti, e le configurazioni da controllare ed eventualmente modificare per far funzionare la nostra nuova unità.

MATERIALI E PRECAUZIONI
Per aggiungere un nuovo hard disk innanzitutto è opportuno controllare di disporre dello spazio all'interno del case e di un collegamento sul cavo IDE....
Apriamo quindi il case (l'involucro del PC) e controlliamo. Il modo di apertura varia a seconda dei modelli, alcuni hanno le viti di fissaggio, altri sono ad incastro.
All'apertura del case vedremo una serie di componenti simili a quelli mostrati in figura

case hard disk

Il cavo IDE è il cavo piatto grigio (anche se oggi se ne trovano di rotondi) cui sono collegati disco fisso e CDROM già presenti (ad esempio)....lungo il cavo ci sono degli agganci per le unità....se ne abbiamo una libera possiamo inserire uno nuovo hard disk e collegarlo a tale presa del cavo, altrimenti dobbiamo acquistare un nuovo cavo (costa pochi euro).

Ogni cavo IDE viene collegato oltre che sull'unità di interesse, anche alla scheda madre come mostrato in figura…

connettori IDE

La figura mostra due agganci per i due canali IDE…chiamati rispettivamente IDE1 e IDE2
Ogni cavo ha il suo ingresso e ad ogni cavo vengono collegate al massimo 2 unità
Infatti questi cavi grigi hanno tre connettori, uno va collegato alla scheda madre in quegli attacchi che si vedono nella prima foto, gli altri due sono per le due periferiche.

Inoltre al momento dell'acquisto di un hard disk, probabilmente esso ci verrà fornito ricoperto in una busta antiurto senza null'altro; assicuriamoci di avere anche le viti di fissaggio o altrimenti richiediamole al venditore.

Se abbiamo tutto quanto sopra descritto, per eseguire il lavoro ci servirà in più solamente un cacciavite a croce medio.
Ricapitoliamo un attimo e mostriamo ciò di cui abbiamo bisogno con l'aiuto di una foto di una hard disk

Hard disk

Come possiamo vedere ogni hard disk dispone delle seguenti aree
  • Area blu, ATA cable per il collegamento con il cavo piatto di cui parlavamo
  • Area rossa, per il collegamento del Jumper per le impostazioni MASTER / SLAVE
  • Area gialla, per il connettore che porta all' alimentazione per acquisire l'energia necessaria all'unità

Controlliamo le impostazioni: Importante a questo punto è controllare le impostazioni MASTER / SLAVE... esse specificano sostanzialmente le unità primarie e secondarie collegate ad ogni cavo IDE... Se ci fai caso dietro ad ogni unità, che sia hard disk o CDROM, c'è un pezzo di plastica piccolino con tre file di piedini a coppia come mostrato in figura ...

Jumper Hard disk

sopra all'unità in questione vi è una dicitura che parla di MASTER / SLAVE / e altro...le diciture ti indicano dove mettere quel piccolo pezzo di plastica (jumper) in una di queste coppie di piedini per far si che sia riconosciuto come MASTER o SLAVE... vediamone un esempio…

impostazioni legenda Jumper Hard disk

oppure qualcosa di simile a questo….

impostazioni legenda Jumper Hard disk 2

Confrontando le prime due foto, possiamo notare come la legenda riporti esattamente la struttura dei piedini del disco fisso…
In ogni caso diciamo che ci indica esattamente come disporre il jumper affinché l'unità venga riconosciuta come Master o come Slave a seconda del nostro bisogno

Ora...in conseguenza della configurazione attuale bisogna spostare il jumper nella posizione libera...mi spiego meglio...per gli Hard disk è sempre meglio prediligere il collegamento al MASTER ma è possibile collegarlo anche come SLAVE purchè ci sia posto….Ammettiamo ad esempio di avere un canale IDE1 con collegato il disco fisso come MASTER e il CDROM come SLAVE…in tal caso volendo collegare un altro disco fisso, dovremo metterlo sull'altro canale IDE, l'IDE 2….controlliamo e,sempre per esempio, vediamo che sull'IDE 2 c'è collegato solo un masterizzatore cone SLAVE….ok…possiamo mettere quindi il nostro disco fisso come MASTER sull'IDE 2…nel caso opposto chiaramente faremo l'inverso..

Ora la domanda sarà…"dove troviamo la configurazione attuale ?" Semplice....o controlliamo visivamente i jumper delle unità presenti, oppure entriamo nel bios, nella prima voce...dovremo vedere un elenco delle unità installate con scritto se sono MASTER o SLAVE

impostazioni CMOS awards

impostazioni CMOS awards 2

Inseriamo anche uno schema esplicativo di tutto il discorso fatto sull'IDE

Schema IDE

Nello schema si riassume che i canali IDE sono 2, ogni canale collega la scheda madre alle unità interne (CDROM, Hard disk, masterizzatori ecc.) tramite un cavo (per lo più cavi piatti)
Ad ogni canale possiamo collegare 2 unità, per cui in totale 4.
Nello schema è rappresentata una situazione tipica dove avendo già il canale IDE 1 occupato da un disco fisso e un CDROM, dobbiamo porre il nostro nuovo hard disk sul canale IDE 2…lo poniamo come Master dato che la posizione è libera e i dischi fissi è sempre meglio metterli come Master…la Slave dell'IDE 2 la lasciamo libera...


Ora prima di iniziare ricapitoliamo ancora una volta il concetto sinora esposto
  • Abbiamo controllato di avere tutto a portata di mano, disco fisso, viti per fermarlo, cavo piatto disponibile
  • Abbiamo controllato le impostazioni attuali sul BIOS e abbiamo capito come impostare i jumper per la nuova unità da inserire


A questo punto possiamo iniziare
IMPORTANTE !!!
Quando operate controllate di non avere addosso indumenti che possano accumulare molta carica elettrostatica (indumenti sintetici, di lana ecc), evitate di lavorare sopra un tappeto e evitate di toccare i componenti elettronici con le dita. Prima di partire toccate con entrambe le mani la carcassa metallica del computer, così scaricherete a terra eventuali cariche elettrostatiche.
Ora spegnete il pc, scollegate tutti i connettori che si parte!


Apriamo il case e controlliamo come già detto se c'è un cavo IDE con una posizione libera o meno…se non c'è colleghiamo il cavo che abbiamo acquistato (vedi sopra) una parte al connettore della scheda madre…l'altra parte all'unità da aggiungere…

Ora settiamo il nuovo hard disk come spiegato in precedenza utilizzando i ponticelli presenti sul retro del disco e il jumper.

A questo punto prendiamo il nostro nuovo hard disk e lo inseriamo nel suo spazio apposito…praticamente verrà alloggiato sopra o sotto a quello già presente a seconda dello spazio libero all'interno del case…
Nella foto vediamo la nostra situazione attuale:

Case

l'hard disk già esistente collegato insieme al masterizzatore tramite il cavo grigio.
Ricordiamoci di fissarlo al case con le apposite viti.

Perfetto, ora dobbiamo collegargli il cavo grigio. Ha un verso: noterete che da un lato ha una striscia colorata di rosso: quella va rivolta verso il lato dello spinotto dell'alimentazione (che sarebbe quello più piccolo con cavi colorati rossi e gialli).
Collegato il cavo al disco lo dobbiamo collegare alla scheda madre. Avete l'esempio nelle 2 foto.

Inserire connettori hard disk

Inserire Connettori su scheda madre

Ora dobbiamo collegare lo spinotto dell'alimentazione e non c'è rischio di sbagliare: può essere inserito solo nel suo connettore … non lo si può mettere alla rovescia.

Inserire spinotti alimentazioni su hard disk

A questo punto abbiamo finito.
Attenzione perchè è facile che per collegare le piattine al disco fisso, o a forza di tirare il cavo piatto o altro, esso si scolleghi dalla scheda madre....per cui attenzione perchè anche un piccolo falso contatto determinerà la mancata individuazione dell'unità aggiunta e delle altre probabilmente.

Una raccomandazione, tutti i fili dentro al case dovrebbero stare un po' lontani dalla ventola del processore, per facilitarne lo scambio di aria. Controlliamo di non aver lasciato niente dentro al case, soprattutto viti, e chiudiamo il tutto.

Ricolleghiamo tutto, monitor mouse e tastiera per il momento….collegheremo tutto il resto solo dopo quando saremo certi che il disco appena aggiunto viene riconosciuto
Accendiamo il pc.
Riavviando il sistema, se tutto è stato installato correttamente nelle prime schermate nere di DOS, dopo il test della RAM, vengono individuate le periferiche....tutte...master e slave....assicuriamoci che nella posizione che cha abbiamo scelto (ad esempio MASTER Secondario) venga elencata la nostra nuova unità….Se cosi non fosse allora abbiamo sbagliato qualcosa…

Altrimenti il nuovo disco apparirà in risorse del computer. Se è nuovo formattiamolo cliccandoci sopra con il tasto destro da Risorse del computer e selezionando la voce formatta ed il gioco è fatto.

In questo esempio, come situazione di partenza avevamo solo due periferiche: un CDROM ed un hard disk (VEDI SCHEMA RIASSUNTIVO DEI CANALI IDE).
Poniamo ora il caso che all'interno del vostro pc ci fossero già tre periferiche, per esempio un hard disk, un lettore DVD ed un masterizzatore. Abbiamo detto che se ne possono avere al massimo quattro, quindi avremo già i due cavi grigi; uno tutto occupato, a cui sono attaccati che so, il masterizzatore e l'hard dik, nell'altro cavo c'è collegato il lettore DVD, mentre un connettore è libero.

Il nostro nuovo hard disk lo collegheremo allora nell'unico connettore rimasto libero. Qui diventa importante il discorso fatto prima sulla configurazione master e slave: il lettore DVD e il nostro nuovo hard disk sarebbero quindi collegati sullo stesso canale IDE, per cui uno deve essere impostato come primario (MASTER) e uno come secondario (SLAVE). Una volta capito il meccanismo non è difficile giostrarsi tra le varie configurazioni…

Una volta fatto tutto nel modo giusto, dovremo andare dentro Windows....talvolta capita che l'hard disk non venga visualizzato, cosi che l'utente potrebbe avere l'impressione che il disco sia collegato male... .
Se abbiamo Win XP e l'hdd è nuovo , andiamo in pannello di controllo--> strumenti di amministrazione->gestione computer->gestione disco e li potremo vedere l'hard disk aggiunto. Facciamo clic sopra di esso con il tasto dx del mouse ed inizializziamolo, facendolo cosi vedere correttamente al sistema che sarà in grado di utilizzarlo in risorse del computer. A questo punto dobbiamo formattare il disco nel modo che preferiamo (per Win95/98/ME formattare in FAT32, per Win 2000/XP/2003 formattare in NTFS).